Aria di primavera da un deserto che profuma di libertà.

Cari Amci di Al Dalil, rieccoci operativi, vispi e trulleri..:)

Dopo un lunghissimo silenzio internet dovuto soprattutto a ragioni di ordinaria sopravvivenza in un paese in pacifica rivolta, siamo lieti di riprendere ufficialmente le comunicazioni col mondo e con il vostro paziente e costante affetto.

Come sapete l’Egitto sta ancora vivendo momenti particolari in cui a tratti tutto è rosa, e poi passano delle nuvole in divisa, e poi torna rosa e poi di nuovo il grigino.

Questo solo per via del fisiologico assestamento post rivoluzione in un Paese in cui il governo deve ancora riformarsi, le forze politiche amalgamarsi e in genere manca un coordinamento fluido a livello istituzionale. Nel frattempo i cittadini attendono pazientemente dei progressi e non mollano le piazze ricordandoci che sono stanchi di bugie e prese in giro.

Nel deserto i Beduini sorridono e, finalmente, respirano aria nuova, di dignità, libertà e diritto all’esistenza, cose che prima la polizia cercava in tutti i modi di negare loro.

In questi mesi abbiamo ricevuto visite dall’Italia, giocato con i bambini, distribuito vestiti e contributi economici, e giocato con i riflessi della luna. Abbiamo continuato a vivere con un sorriso genuino e spontaneo perchè, anche nei momenti più diffcili, sapevamo e sappiamo che nulla, mai sarà più come prima.

Nessuno, mai, in questo Paese e tra queste montagne magiche del Sinai accetterà più una dittatura e dei soprusi. Il tempo dei prepotenti è terminato, lo si respira nell’aria, lo si legge negli occhi della gente e lo si vede scintillare ad ogni sorriso..

Bentornati in un Egitto di sano orgoglio e dignità che stanno cercando la via migliore per manifestarsi anche politicamente. I tempi saranno molto lunghi, ma, nel frattempo, venite e vivere la nostra primavera, vi garantisco che con quest’arietta nuova nuova è ancora più emozinante del solito. 😉

Paola

DSC02170.JPG

Aria di primavera da un deserto che profuma di libertà.ultima modifica: 2011-09-20T16:32:25+00:00da mallema
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento